Cos’è un impianto?

DI CHE MATERIALE È FATTO?

L'impianto è una sorta di radice artificiale su cui si possono ricostruire i denti mancanti.
Gli impianti utilizzati oggi sono fatti di titanio, che si unisce intimamente all'osso senza dar luogo a reazioni avverse.

LA CHIRURGIA IMPLANTARE È DOLOROSA?

L’intervento chirurgico necessario per inserire impianti nell’osso è quasi sempre ben tollerato.
Il dolore postoperatorio è di regola limitato a poche ore e si domina bene con i comuni analgesici.

QUANTO TEMPO RICHIEDE UNA RIABILITAZIONE SU IMPIANTI?

La durata della terapia implantare è strettamente legata alla quantità e alla qualità dell’osso presente.
Nei casi più favorevoli, è possibile riavere una funzione masticatoria su impianti anche nella stessa giornata.

POSSONO SOTTOPORSI TUTTI AD UN INTERVENTO DI IMPLANTOLOGIA?

In generale un paziente in buone condizioni di salute può sottoporsi alla terapia implantare, indipendentemente dall’età. Occorre comunque escludere la presenza di parodontite.

QUAL È IL RISCHIO DI RIGETTO DI UN IMPIANTO?

Il rischio di rigetto di un impianto è inesistente. Tuttavia, seppur raro, un fallimento implantare può accadere.
Gli impianti dentali utilizzati debbono sempre essere correlati da studi clinici validi e seri.

I commenti sono chiusi